Io ho scelto di non scegliere la vita.

Scegliete la vita; scegliete un lavoro; scegliete una carriera; scegliete la famiglia; scegliete un maxitelevisore del cazzo; scegliete lavatrici, macchine, lettori CD e apriscatole elettrici. Scegliete la buona salute, il colesterolo basso e la polizza vita; scegliete un mutuo a interessi fissi; scegliete una prima casa; scegliete gli amici; scegliete una moda casual e le valigie in tinta; scegliete un salotto di tre pezzi a rate e ricopritelo con una stoffa del cazzo; scegliete il fai da te e chiedetevi chi cacchio siete la domenica mattina; scegliete di sedervi sul divano a spappolarvi il cervello e lo spirito con i quiz mentre vi ingozzate di schifezze da mangiare. Alla fine scegliete di marcire, di tirare le cuoia in uno squallido ospizio ridotti a motivo di imbarazzo per gli stronzetti viziati ed egoisti che avete figliato per rimpiazzarvi; scegliete un futuro; scegliete la vita. Ma perché dovrei fare una cosa così? Io ho scelto di non scegliere la vita: ho scelto qualcos'altro. Le ragioni? Non ci sono ragioni. Chi ha bisogno di ragioni quando ha l'eroina?

True Detective.

Rustin Cohle – La gente la fuori… Non sembra neanche sapere che il resto del mondo esiste. Potrebbero anche vivere sulla fottuta Luna.
Martin Hart – Il mondo è pieno di ghetti di tutti i tipi.
Rustin - Invece è tutto un unico ghetto, amico, un mucchio di spazzatura vagante.
[…]
Rustin – Io mi considero un realista, ok? Ma in termini filosofici sono quello che si dice un pessimista
Hart – Che significa?
Rustin – Significa che non sono buono per i party.
Hart – Fattelo dire: non te la cavi un granché neanche fuori dai party.
Rustin – Io penso che la coscienza umana sia stato un tragico errore dell’evoluzione. Siamo diventati troppo consapevoli di noi stessi. La natura ha creato un proprio aspetto che è diventato indipendente da essa. Siamo creature che non dovrebbero esistere, secondo la legge naturale.
Hart – Sembra proprio una bella stronzata, Rust.
Rustin – Siamo dei semplici oggetti che si affannano inseguendo l’illusione di avere una personalità.
Quest’accrescimento dell’esperienza sensoriale e dei sentimenti, programmato con la totale sicurezza che siamo qualcuno, quando in realtà tutti noi non siamo nessuno.
Hart – Non andrei in giro a dire queste stronzate, fossi in te.
Rustin – Credo che la cosa giusta da fare per la specie sia negare quello per cui siamo stati programmati: smettere di riprodurci, andare incontro lentamente all’estinzione.
Un’ultima notte insieme come fratelli e sorelle e poi chiamarsi fuori da questo mondo così ingiusto.
Hart – Quindi perché alzarsi dal letto la mattina?
Rustin – Dico a me stesso che sono un testimone. Ma la vera risposta è che, a quanto pare, è quello per cui sono stato programmato. E mi manca il coraggio di suicidarmi.

Lo stato sociale, mi sono rotto il cazzo.

Si sta svegli finché non muore la speranza, maledetta stronza, che non muore mai, mentre io vorrei dormire.

The xx, missing.

And now there’s no hope for you and me.
TotallyLayouts has Tumblr Themes, Twitter Backgrounds, Facebook Covers, Tumblr Music Player and Tumblr Follower Counter